Stampa
PDF

Piccole storie

Scritto da Administrator on 20 Gennaio 2013.

                                                                    Nella prima immagine è raffigurato Marco Gavio Apicio(25ac-37dc) il primo gastronomo a codificare la cucina di Roma,descrivendo nei minimi particolari i piatti in uso a qui tempi l'opera è intitolata "de re coquinarie".Nella seconda immagine è raffigurato Bartolomeo Sacchi detto il Platina umanista(1421-1481) scrisse"de honesta voluptade et valetudine" stampato nel 1472 è un trattato di cucina che oltre a delle ricette molto interessanti per la loro modernità,da delle indicazioni alimentari come usare i cibi del territorio,oggi si dice"a klm 0",scrive tra l'altro di fare una vita sana ed esercizio fisico.Nella terza raffigurazione un banchetto medievale,nell'ultima uno spaccato di una cucina.Se leggiamo le loro ricette ci accorgiamo di quanto poco c'è di nuovo nelle nostre odierne preparazioni.E allora perchè un ennesimo corso di cucina per imparare cosa?,dopo tutto ciò che si vede nei vari programmi.Impariamo a conoscere l'evoluzione di un piatto ad esempio: i tortelli o ravioli,già presenti sulle tavole de XIV secolo,l'acquacotta,questa stupenda zuppa maremmana,già stimata all'epoca degli etruschi.

Stampa
PDF

Mi presento

Scritto da Leonardo on 16 Ottobre 2011.

Il mio lavoro è la ristorazione. Per molti anni mi sono dedicato a questa "professione" che in realtà è una dedizione, un piacere.

Nei vari luoghi di lavoro ho tenuto dei corsi di cucina. Sono entrato in contatto con tantissime persone: chi completamente a "digiuno", chi più esperto. Giornalisti, uomini e donne professionisti del settore, ragazzi. Tutti con una grande passione.

Ora nel B&B inizierò un piccolo corso di cucina, in particolare cucina maremmana.

Vi farò conoscere le varie zuppe della tradizione contadina, come l'acquacotta, la zuppa di ceci. Vi condurro tra farine e uova nel mondo della pasta fresca, come i tortelli (ripieni di ricotta e spinaci), i pici, le pappardelle.

 

Stampa
PDF

Corso di cucina

Scritto da Leonardo on 13 Dicembre 2011.

  Perchè  un    corso di  cucina,per parlare della  nostra   storia di  come si siano  evoluti  e raffinati i  cibi.                                                                                                                                                                                                              Scopriamo assieme i sapori di maremma.

Poche e semplicissime indicazioni: gli incontri si possono articolare come voi volete. Ad esempio possiamo dedicarci alle paste all'uovo tirate a mano, o alle zuppe e a tante altre specialità. 

Con tre ore di divertimento si prepareranno semplici ma gustosi piatti. Divertimento, perchè la vera cucina è divertimento.

Un esempio di come possiamo artecolare il corso:

  • il primo giorno lo dedicheremo alle paste (all'uovo, pici, tortelli, gnocchi).
  • Il secondo giorno alle zuppe della migliore tradizione contadina.
  • Il terzo giorno ai dolci tipicamente locali, come i cantucci e le crostate con la ricotta.

Terminata la giornata, tutti assieme assaggeremo ciò che con tanto divertimento abbiamo preparato.

I partecipanti potranno essere da un minimo di due ad un massimo di otto. Il costo per questo piccolo corso è di 90 euro a persona.

   Nei secoli alcuni piatti tipici regionali sono pressoche rimasti invariati un esempio i "tortelli con ripieno di ricotta e spinaci"                                                                                                                                                                                                                                                    

Stampa
PDF

Si va al mercato!

Scritto da Leonardo on 05 Marzo 2012.

Possiamo dedicare una giornata passeggiando tra i fornitissimi banchi del mercato scegliendo  tra pesce (freschissimo), verdure di stagione e carni locali.

Poi con ciò che abbiamo acquistato si va a preparare uno stupendo banchetto.

 

 

Siamo su Fb!

Siamo anche noi su Facebook!

Se ti va, di' che ti piace, visita la nostra pagina, leggi i commenti dei nostri ospiti e lascia il tuo commento.